Newsletter ilcattolico.it

contact
La nostra newsletter ti consente di ricevere settimanalmente i nostri principali rilanci stampa,
le catechesi e tutti i momenti formativi e le campagne del sito.

Iscriviti, ti aspettiamo, clicca il link qui sotto per accedere alla pagina.

Memoria e celebrazione

di MANUEL NIN

In occasione della festa di san Nicola di Mira, il 6 dicembre scorso, il seminario dell’eparchia greco cattolica romena di Oradea ha celebrato la conclusione dell’anno giubilare per i 225 anni dalla sua fondazione. Fu infatti il vescovo greco-cattolico di Oradea, Ignatie Darabant, a inaugurare il seminario nel 1792, e da quel momento, attraverso le diverse vicissitudini storiche, è stato il luogo per l’educazione e la formazione umana, ecclesiale, spirituale e culturale del clero di Oradea, e anche di tanti insegnanti della zona. Nel 1924 fu elevato a livello universitario di Accademia teologica.
 

Ipse harmonia est

di FRANCESCO ALEO

Più volte il Papa ha citato l’espressione latina, riferita allo Spirito santo, ipse harmonia est attribuendola a Basilio di Cesarea, e più esattamente all’op era che il grande padre della Chiesa dedicò alla terza persona della Trinità, intitolata in latino appunto De spiritu sancto.
 

Prete di periferia e vescovo di strada

Prete di periferia, vescovo di strada: così in queste ore viene ricordato Antonio Riboldi, che si fece voce dei terremotati del Belice, in Sicilia, che vivevano al freddo nelle baracche, e fu pastore in terra di camorra, in anni in cui i morti si contavano a decine. La scomparsa del novantaquattrenne presule rosminiano, avvenuta all’alba di ieri a Stresa, ha suscitato grande commozione non solo nel mondo ecclesiale.
 
A Natale il festeggiato è Gesù che si fa anche dono; la solennità è grande tanto che, ad esempio, san Francesco d’Assisi voleva che per tale occasione si spargesse il grano per gli uccelli e per paradosso anche le mura fossero cosparse di carne (cfr. G.Cassio - P.Messa., Il cibo di Francesco. Anche di pane vive l’uomo, Milano 2015).
 

UNO SPETTRO SI AGGIRA PER L'ITALIA: IL RANCORE

Nell'ultima settimana i media italiani hanno scoperto che in Italia non si fanno più figli e che andando avanti così, il Paese-Italia è destinato a scomparire. Quindi bisogna trovare subito una soluzione, che poi è quello che la Chiesa da sempre ha raccomandato. Finalmente dopo decenni, lo hanno capito anche lorsignori, soltanto che ancora non si riesce a risalire alle vere cause che hanno condotto a questo disastro. La denatalità diffusa doveva essere la preoccupazione principale della politica, invece finora si è dormito a cuscini morbidi. A questo proposito c'è un bel intervento di Marco Invernizzi sul sito di Alleanza Cattolica che sintetizza le cause.“Oggi, pochi intellettuali e uomini politici credono ancora veramente nella centralità della famiglia - scrive Invernizzi - E così il declino demografico è andato inesorabilmente peggiorando di anno in anno, senza che venissero prese iniziative politiche ed economiche importanti a sostegno della natalità. In questo modo in Italia il tasso di natalità per ogni donna è l’1,27 quando il ricambio generazionale si raggiungerebbe a 2,1. Meglio di noi stanno facendo Paesi ben più laicisti, come la Francia e l’Europa Settentrionale”.(M. Invernizzi, Oltre l'inverno demografico, 1.12.17)
 
Pubblichiamo di seguito l’intervento che il Segretario per i Rapporti con gli Stati, S.E. Mons. Paul R. Gallagher, ha pronunciato lo scorso giovedì, 7 dicembre, nel corso del XXIV Consiglio Ministeriale dell’Osce, l’Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (Vienna, 7-8 dicembre 2017)
 
La basilica di Sant’Antonio da Padova all’Esquilino e la Pontificia Università Antonianum compiono 130 anni. Detta anche basilica di Sant’Antonio al Laterano, per la vicinanza alla basilica lateranense, fu consacrata il 4 dicembre 1887 dal cardinale Lucido Maria Parocchi, all’epoca vicario di Roma. Per celebrare l’anniversario della consacrazione della chiesa rettoria e l’istituzione dell’università, il vescovo ausiliare per il settore Centro Gianrico Ruzza ha presieduto la Santa Messa con il rettore della basilica, padre Alfredo Silvestri, e il vicerettore dell’Ateneo pontificio, padre Agustín Hernández. Presente alla celebrazione anche suor Mary Melone, magnifico rettore dell’Antonianum.
 
Stamani, il Santo Padre Francesco ha ricevuto in udienza, nel Palazzo Apostolico Vaticano, Sua Eccellenza il Sig. Denis Zvizdić, Presidente del Consiglio dei Ministri della Bosnia ed Erzegovina, il quale si è successivamente incontrato con l’Em.mo Card. Pietro Parolin, Segretario di Stato di Sua Santità, accompagnato da Mons. Antoine Camilleri, Sotto-Segretario per i Rapporti con gli Stati.
 

L’#Immacolata Madre della Sapienza

Maria Immacolata, sede della Sapienza e Madre della Sapienza è la prediletta che porta con sé una moltitudine di prediletti. Per comprendere come Maria sia la sede della Sapienza, che l’ha portata poi ad essere Madre della Sapienza, occorre che ripercorriamo bene, anche se in estrema sintesi, il duplice valore della Sapienza ed il suo legame con i sette doni: una mariologia sana è quella che non perde il contatto con la cristologia né si rende marginale

 

La luce gentile della verità

In ricordo del cardinale Carlo Caffarra

Emanuela Ghini

Del cardinale Carlo Caffarra, uomo di profondo pensiero e di studio, ma insieme pastore affabile e umanissimo, colpiva, anche in chi non lo conosceva, la grande bontà di cuore, la sollecitudine di padre, in particolare per i sacerdoti, le famiglie, i giovani. L’arcivescovo Zuppi ha ricordato del suo predecessore il grande amore, anzi la passione per la Chiesa, la testimonianza di una vita spesa tutta per il Vangelo, ne ha ammirato «il carattere discreto e sensibile e il delicato rispetto».
 

L’eutanasia banalizzata

di FERDINANDO CANCELLI

Le persone affette da una malattia psichiatrica rappresentano ormai il 19 per cento dei pazienti che sono deceduti per eutanasia in Belgio. Questo non è però l’unico dato allarmante per lo stesso paese: dal 2014 è possibile far morire per eutanasia i minori anche se non sono in grado di fornire il loro consenso, sempre più malati depressi chiedono di essere aiutati a morire e da diverse settimane si discute di una nuova evoluzione della legge in vigore per permettere «alle persone anziane che sentono di aver compiuto la loro vita» e sono «stanche di vivere» di chiedere l’eutanasia anche in assenza di malattia.
 
On Tuesday 5 December 2017, a meeting took place in Rome between the Pontifical Council for Interreligious Dialogue and the Palestinian Commission for Interreligious Dialogue.
 

La vera umiltà

All’inizio del cammino di Avvento, nella messa celebrata a Santa Marta martedì mattina, 5 dicembre, Papa Francesco ha indicato due aspetti fondamentali per ogni cristiano: il compito da perseguire e lo stile da mantenere. Lo ha fatto centrando la sua riflessione sul brano del profeta Isaia (11, 1-10) proposto dalla liturgia del giorno.
 

Testimonianza di unità

Celebrato il centenario della restaurazione del patriarcato di Mosca

di GIOVANNI ZAVATTA

«Non c’è nient’altro di simile, da un punto di vista spirituale, dell’esperienza empatica dell’unità, della preghiera insieme, della comunione del santo calice»: parole di ringraziamento quelle del patriarca di Mosca, Cirillo, rivolte ai primati delle Chiese ortodosse locali riunitisi ieri nella cattedrale di Cristo Salvatore per commemorare il centesimo anniversario della restaurazione del patriarcato, avvenuta appunto il 4 dicembre 1917 con l’intronizzazione di Tichon, venerato come santo dagli ortodossi russi.
 
Sui social da tempo si assiste ad un increscioso e indegno gioco al “massacro” su  Papa Francesco da parte di più o meno zelanti cattolici tradizionalisti che a parer loro, il Papa si è allontanato dai pontefici precedenti, e dalla Dottrina cattolica e quindi dalla Chiesa. Naturalmente la maggior parte di loro non ha letto o legge con le lenti deformanti della ideologia gli interventi del Pontefice argentino.
 

Ufficio Liturgico CEI, download libri Liturgici

Una iniziativa importante dall'Ufficio Liturgico della CEI. Tra le molte risorse presenti quella del possibile download dei Libri Liturgici.
Per accedere andare a questo link del sito
https://liturgico.chiesacattolica.it/category/documenti/libri-liturgici/
 
In questi giorni i Tg ci hanno erudito sui due incontri politici più importanti del momento, la cosiddetta Leopolda del Partito Democratico e la tre giorni di Milano di ascolto di Forza Italia, dell'inossidabile presidente Berlusconi. Come per altri happening politici, in questi incontri, emerge un profluvio di parole, di gesti e di immagini, un parlarsi addosso, un futile chiacchiericcio. Mentre guardavo i servizi, il mio pensiero è andato subito al bellissimo saggio che ci ha offerto recentemente il cardinale Robert Sarah, “La forza del silenzio”, edito da Cantagalli (2017).
 
A cura di P. Pietro Messa, ofm

Nell'ottavo Centenario della nascita di san Bonaventura (1217-2017) si sono moltiplicate le iniziative e pubblicazioni. Anche la pubblicazione dell'Opera omnia in italiano si avvia al completamento mancando solo la corposa e impegnativa traduzione del Commento alle sentenze.
 

Manuale d’armonia

Le parole di benvenuto di Aung San Suu Kyi

Il discorso evangelico delle beatitudini come «manuale» da seguire sulla via della «riconciliazione nazionale e dell’armonia sociale» in Myanmar: Aung San Suu Kyi, consigliere di Stato e ministro degli Aaffari esteri, ha richiamato il messaggio scritto dal Papa in occasione dell’ultima giornata mondiale della pace, per parlare al Pontefice del futuro del paese.
 

“Alce Nero” sulla via della santità

Maria Teresa Pontara Pederiva

Dopo il «giglio degli Irochesi», santa Kateri Tekakwitha, la giovane della tribù dei Mohawk a cui è dedicato il santuario nei pressi di Fonda nello stato di New York e venerata in tutto il Nordamerica, potrebbero raddoppiare i nativi americani saliti agli onori degli altari.
 

Elenco dei discorsi del Santo Padre in ordine di pubblicazione
 
WASHINGTON, 27. È stata celebrata ieri, domenica, negli Stati Uniti la giornata di preghiera per i cristiani perseguitati. L’iniziativa è stata promossa dalla Conferenza episcopale assieme ai Cavalieri di Colombo, al Catholic Rilief Services, alla Catholic Near East Association e ad Aiuto alla Chiesa che soffre (Acs).
 

Per una politica amica della persona

Il segretario di Stato conclude il festival della dottrina cattolica

Tutti i credenti devono «prendere coscienza della dimensione sociale della fede», che deve quindi incarnarsi «in ogni ambito». In particolare «l’amore di Cristo va testimoniato con la difesa della vita nascente e della vita che si spegne, l’inclusione sociale dei poveri, l’instaurazione di una sana economia mondiale». È questo il dettagliato e impegnativo “programma di lavoro” affidato dal cardinale Pietro Parolin ai partecipanti al Festival della dottrina sociale della Chiesa che si è concluso domenica 26 novembre a Verona.
 

Persone anche senza passaporto

LONDRA, 27. Una dichiarazione congiunta che esorta il governo del Regno Unito a sostenere e a migliorare i diritti delle persone prive di qualunque cittadinanza, cioè gli «apolidi», è stata firmata nei giorni scorsi a Londra dall’arcivescovo Rowan Williams, già primate della Comunione anglicana, dal rabbino Hershel Gluck, presidente del Forum arabo-ebraico, e da altri centodieci leader religiosi. I firmatari, impegnati nella difesa dei diritti umani e nella promozione della dignità umana, chiedono alle autorità britanniche di rivedere le sue politiche nei confronti di questa particolare categoria di persone.
 
Cinquantesimo anniversario dell'occupazione della Università Cattolica di Milano (1967-2017)

A cura di P. Pietro Messa, ofm

Il Ministro provinciale dei frati Minori d’Assisi, p. Claudio Durighetto, con il settantenne p. Nello Casalini (nella foto)

In occasione del cinquantesimo anniversario dell'occupazione della Università Cattolica di Milano (1967-2017) e dei movimenti del Sessantotto giustamente si torna e quegli anni cercando di comprendere quanto accadde.
 

Il vescovo è padre capo e giudice dei fedeli

Il vescovo è padre, capo e giudice dei fedeli: lo ha ribadito il Papa durante l’udienza — svoltasi sabato mattina, 25 novembre, nella Sala Clementina — ai partecipanti al corso di formazione per chierici e laici promosso dal tribunale apostolico della Rota romana.