Il padre, l'assente inaccettabile

padre-assenteQuesto incisivo testo di Claudio Risé pone l'accento su un problema che a Cristiano Cattolico sta particolarmente a cuore: lo sradicamento e il depauperamento della figura paterna, del padre, dal contesto sociale.
Le radici di questo dramma reale sono semplici e complesse allo stesso tempo.
Sicuramente l'elezione a "mito" di leggi quali il divorzio e l'aborto hanno alimentato e veicolato una crisi profonda della figura del padre, della donna e della famiglia.
Oramai è sotto gli occhi di tutti eccetto di quelli che, sostenuti da una costante ideologia para-femminista, liberale, anarchica e soprattutto politicamente corretta, non vogliono vedere che uccidere la figura del padre vuol dire uccidere anche la donna, il futuro delle generazioni, la famiglia e l'educazione civica e sociale, l'istruzione scolastica.
Non tutto è perduto, però. Con questa crisi si può aprire una maggiore coscienza, responsabilità e desiderio della figura del padre così come essa è necessaria alle famiglie e alla società.

Un testo, questo di C. Risè, edito dalle Paoline, che fornisce spunti interessanti di pre-evangelizzazione ma anche di risignificazione, in chiave psicologica, della figura paterna offerta dal vangelo. Figura che risplende, seppur discretamente, nella persona di San Giuseppe.
Un testo dunque per i papà, per le mamme e per tutti gli educatori che vogliono recuperare meglio dentro e fuori di sè la figura del padre.
Recupero necessario per comprendere meglio la Paternità di Dio fonte di ogni paternità.

Edito da Edizioni San Paolo
Claudio Risé, psicoanalista, è tra l’altro membro dell’Istituto di Studi Superiori Gerolamo Cardano (Università dell’Insubria), del Consiglio Direttivo dell’Ordine degli Psicologi della Lombardia e del Comitato scientifico di Fondazione Liberal. Sulla psicologia maschile sono stati recentemente ristampati, per Red Edizioni, i suoi: Parsifal (trad. spagnola: Perceval, Ibis, Barcelona) ed Essere Uomini (trad. brasiliana: Ser Homens, Lyra Ed., Curitiba, PR.).

Venerdì della XXXIV settimana delle ferie del Tempo Ordinario

Beata Vergine della Medaglia Miracolosa