Rassegna stampa Speciali

Il pianto di Yazan e il sogno di Dio

Il pianto di Yazan e il sogno di DioYazan piange. Ha fame. È nato il 23 agosto, in mare, sul mare nostrum, tra la Turchia e Cipro dove è riuscito ad arrivare e ora sta lì, in seconda fila nella chiesa di Santa Croce a Nicosia, a pochi metri dal Papa che sta conducendo la preghiera ecumenica con i migranti, momento conclusivo della visita apostolica nell’isola di San Barnaba. Il papà di Yazan invece non c’è, è stato “respinto”, e con lui gli altri figli, fratelli e sorelle del piccolo che ora ha smesso di piangere: la mamma Kawthar gli ha dato un po’ di latte in polvere.
Leggi su Osservaotreromano.va