Rassegna stampa formazione e catechesi

DIO PARLA ED EDIFICA

rilievo aquileia".. tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia Chiesa e le potenze degli inferi non prevarranno su di essa" (Mt. 16,18)

Promessa di Cristo, più fedele di ogni fedeltà umana.
Guardiamo a Cristo per Pietro, dunque, e con la passione di Paolo.
E saremo colonne nelle colonne.
Ecco la vedi quella colonna, proprio lì in fondo c’è quel piccolissimo tassello, sono io, per Grazia, sono io.
Ed il mio vanto è chi ha parlato ed edificato con quella Parola.
Chi infatti è così stolto che se vede una casa preziosissima e pericolante vi si pone come smantellatore?
E se la casa è divina, nonostante la sua povertà e contraddizione esteriore, offenderla non vorrà dire privare dell'onore ciò che invece lo merita?
È il divino che ha voluto fondare l'onore con un velo di miseria perché tanto amerai l'onore velato dalla povertà e persino dalla contraddizione, talvolta del peccato, e tanto riconoscerai l'onnipotenza divina che si cela in luoghi inconoscibili.
A Dio il miracolo di nascondersi, ri-velarsi,
ed ancora
a Dio il miracolo di farti vedere dove si nasconde
senza che tu confonda il velo, e magari le sue brutte cuciture,
sporche e maldestre,
chiamate per nome,
con la bellezza che esso cela.
Sii onesto.. Non è forse così, anche il tuo cuore?
A Dio il miracolo di farti ciotolino nella Pietra angolare.
Stiamo dunque in piedi, eretti, perché interiormente prostrati.
Stiamo dunque in ginocchio a Cristo nascosto, anche nella miseria e persino nel nemico,
perché è qui la Sapienza del costruttore e la francescana Perfetta Letizia
che nascostamente e sobriamente restaura nella Fedeltà di Cristo.

Paul Freeman