Rassegna stampa etica

Ragazze 'di piacere' insultate, porno-prede ridotte a ‘pezzi da usare', tanto poi c’è la pillola: c’è chi lo canta e ci fa video globali

Risulta inaccettabile che i ragazzini crescano da soli con chi de-canta la donna come strumento di piacere senz’anima, sentimenti, capacità intellettive, ridotta a femmina da branco. Improcrastinabile un piano nazionale di emergenza educativa. E tutto questo fa più cultura di un corso di rispetto fatto nelle scuole.

Continua sul Blog di Marco Brusati