Lista rassegna stampa mondo

Papa Wojtyla su Facebook grazie a Radio Vaticana e Ctv

1_0_469703Una nuova pagina vaticana su Facebook e Youtube dedicata a Giovanni Paolo II in occasione della prossima Beatificazione. E’ l’iniziativa lanciata oggi in sinergia dalla Radio Vaticana e dal Centro Televisivo Vaticano, concordata con il Pontificio Consiglio delle Comunicazioni Sociali. L’obiettivo, spiega una nota, è di accompagnare il percorso verso la Beatificazione, utilizzando gli strumenti che la tecnologia mette a disposizione e valorizzando il vasto patrimonio documentale della nostra emittente e del Ctv. Ce ne parla Alessandro Gisotti:

Karol Wojtyla approda su Facebook grazie a Radio Vaticana e Centro Televisivo Vaticano: da oggi è attiva sul social network una pagina dedicata a Giovanni Paolo II in vista della Beatificazione (www.facebook.com/vatican.johnpaul2). In questa pagina vengono inserite contemporaneamente tutte le videoclip presenti su una pagina di Youtube, a sua volta dedicata specificamente a Papa Wojtyla. Si tratta di videoclip sul Pontificato anno per anno e con la voce del futuro Beato, in diverse lingue e in diverse situazioni (www.youtube.com.giovannipaoloii). Gli audio, informa un comunicato, sono forniti e selezionati dai Programmi linguistici della Radio Vaticana, sui quali il Ctv ha realizzato un montaggio video. L’audio del Papa sarà nella lingua originale in cui è stato pronunciato mentre in sovraimpressione, in inglese, viene indicato il luogo e la data dell’avvenimento. Al tempo stesso, il canale tradizionale vaticano di Youtube verrà alimentato dalle videoclip di attualità e informazione dei giorni della Beatificazione. L’obiettivo, soggiunge la nota, è di diversificare gli strumenti “per dare il massimo risalto possibile e la massima diffusione a questa iniziativa”, che diversamente da altre, riconducibili a privati, porta la firma congiunta di Radio Vaticana e del Ctv. L'iniziativa è naturalmente aperta a tutti gli utilizzatori di Facebook.

Per un commento sul significato di questa inedita iniziativa, Alessandro Gisotti ha intervistato il direttore della Radio Vaticana e del Ctv, padre Federico Lombardi:

R. – Sappiamo quante persone sono emozionate all’avvicinarsi della Beatificazione di Giovanni Paolo II, quanti giovani che lo hanno conosciuto nelle Giornate mondiali della gioventù e così via… E allora abbiamo cercato un’ulteriore via, oltre a quelle già disponibili, per permettere a tutte le persone interessate di riprendere contatto con la figura di Giovanni Paolo II anche attraverso immagini e parole che sono state molto amate nel suo lunghissimo Pontificato. Ecco, questo è lo scopo di aprire una nuova pagina specifica su Giovanni Paolo II, sia su Youtube sia, questa volta, anche su Facebook.

D. – Radio Vaticana, Centro Televisivo Vaticano: un’iniziativa concordata con il Pontificio Consiglio delle Comunicazioni sociali, c’è questo aspetto molto forte della sinergia…

R. – Certamente. Noi lavoriamo tutti per uno stesso scopo e quindi facciamo convergere le nostre risorse, le nostre iniziative, per uno scopo comune. Siamo contenti se tutti coloro che, anche da altri siti, da altre pagine personali di Facebook, vogliono collegarsi per condividere questa ricchezza di immagini e di suoni, lo vogliano fare.

D. – In qualche modo Giovanni Paolo II torna a parlare ai suoi giovani, definiti da lui stesso “la mia speranza”, attraverso i social network…

R. – Certamente: questa è una via in più. Credo che nella memoria dei giovani sia rimasto sempre vivissimo, non è mai scomparso. E poi, noi crediamo ad una sua presenza spirituale efficace, la sua presenza viva. Ma anche i social network si prestano ai messaggi del Santo Padre degli ultimi anni, che hanno invitato ad un uso positivo di queste nuove tecnologie, ci dicono che questa è una grande occasione in cui far fruttare le potenzialità proprio per rendere questa presenza che già c’è ancora più facilmente attingibile tramite l’immagine e il suono.

D. – Nel messaggio per l’ultima Giornata mondiale per le comunicazioni sociali, Benedetto XVI sottolinea che le nuove tecnologie danno “inedite opportunità di stabilire relazioni e di costruire comunione”…

R. – Dobbiamo cercare di immettere una grande onda di positività, di amicizia, di valori spirituali attraverso le vie aperte dai social network, e cosa di più bello e di più potente che l’immagine e la voce di un Papa che è stato così amato da tutta l’umanità?

D. – Proprio recentemente sono stati pubblicati e presentati i Lineamenta per il Sinodo sulla nuova evangelizzazione: una nuova evangelizzazione che passa anche attraverso i “continenti digitali”, come vengono chiamati oggi...

R. – Credo che, effettivamente, possano passare anche dei messaggi positivi, che siano attesi, che soprattutto i giovani – ma non solo i giovani – desiderino farsi anche parte attiva del diffondere, del collaborare a diffondere i messaggi positivi, i messaggi di speranza tramite i social network, tramite le vie offerte oggi dalla tecnologia. Noi diamo un messaggio positivo e lo mettiamo a disposizione della condivisione, perché possa essere rilanciato anche e proprio dall’iniziativa delle singole persone. (gf)

 

© www.radiovaticana.org - 14 marzo 2011