Lista rassegna stampa mondo

Pakistan, attacco anti-cristiano Ucciso ministro minoranze religiose

PAKISTAN_f_0212_-_Shahbaz_Bhatti_2(ASCA) - Roma, 2 mar - Il ministro pakistano per le minoranze, Shahbaz Bhatti, e' stato ucciso questa mattina da un commando armato. L'attentato, riferisce l'agenzia AsiaNews, e' stato compiuto nel quartiere I-8/3 da un gruppo di uomini mascherati che hanno teso un agguato al ministro per strada. L'hanno tirato fuori dalla sua auto e hanno aperto il fuoco contro di lui a brevissima distanza, prima di fuggire su un'automobile. La nipote di Shabhaz Bhatti stava viaggiando con lui quando e' avvenuta l'aggressione. I terroristi hanno continuato a sparare per circa due minuti. Non c'era nessun agente della sicurezza con Bhatti quando e' avvenuto l'attentato. Il ministro e' stato immediatamente trasportato all'ospedale Shifa, dove pero' i medici non sono riusciti a salvarlo. Sempre secondo Asia News, gli assassini avrebbero lasciato sul luogo del delitto un manifestino: ''Tehrik-e-Taliban Pakistan'' (Ttp) rivendica l'assassinio di Bhatti per aver parlato contro la legge sulla blasfemia. ''Tehrik-e-Taliban Pakistan'' e' un'organizzazione ''ombrello'' che raggruppa vari gruppi di militanti islamici. Bhatti, cattolico, era stato confermato di recente nel suo incarico di ministro per le Minoranze in un rimpasto governativo. Aveva difeso Asia Bibi, la cristiana condannata a morte per blasfemia in base a false accuse. Apparteneva al PPP, il partito del presidente Asif Ali Zardari ora al governo. Dopo l'uccisione di Salman Taseer, governatore del Punjab, che aveva agli occhi dei fondamentalisti islamici la colpa di aver difeso anch'egli Asia Bibi, Bhatti aveva detto di essere ora ''il bersaglio piu' alto'' dei radicali.

 

© ASCA 2 Marzo 2011