Baghdad (Agenzia Fides) – Nell’era di internet, la diffusione delle reti sociali e il dilagare di blog e piattaforme digitali ha moltiplicato a dismisura la diffusione di interventi polemici e articoli che criticano in maniera spietata la Chiesa, scritti spesso da persone prive di ogni minima familiarità con la dottrina cristiana, e di ogni autentica connotazione ecclesiale, che puntano a “sostituire i fatti con le loro idee nuove e controverse”. 
 
Accogliendo la richiesta del card. Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, Papa Francesco incontrerà a Roma, il 18 aprile 2022, Lunedì dell’Angelo, gli adolescenti italiani. A dare la notizia, attraverso i propri social media, è il Servizio nazionale per la pastorale giovanile (Snpg) che parla di “super notizia”. Al momento non si hanno ulteriori informazioni ma il Snpg condivide con i giovani “questa incredibile notizia che ci riempie di gioia”. 
 
Lo studio Unimi, Sant'Anna di Pisa e It: c'è una terza via, oltre ai vaccini e ai monoclonali. Si va verso un farmaco. Intanto, al San Raffaele è stato creato un nuovo modello sperimentale per Covid-1.
 
‘Suicidio assistito, primo via libera ad un malato italiano’, così titolano le testate che si occupano della vicenda di ‘Mario’, dopo il parere rilasciato dal Comitato etico regionale delle Marche. Ma è realmente così?
 
Nota della Pontificia Accademia per la Vita in merito alla vicenda legata all’assistenza al suicidio per un cittadino italiano
 
La forza del bene che vince sul male: è quanto invoca il Papa dopo il tragico incidente di domenica sera durante una parata di Natale a Waukesha nello Stato americano.
 
Siccome il vincolo coniugale permane (oltre la separazione e il divorzio), alcuni divorziati rendono testimonianza della loro fedeltà a Cristo e al loro coniuge. Una maniera certo dolorosa e talvolta difficile – qui esemplata in due storie – di rispondere alla vocazione all’amore che Dio desidera per ciascuno.

 
"Serve l'impegno di tutti, affinché attraverso dolorosissimi casi singoli non si giunga a nuovi protocolli sanitari generalizzati che finiscano inesorabilmente per rendere ancora più fragili e privi di tutela proprio i pazienti in bilico tra la vita e la morte". Lo sostiene Alberto Gambino, presidente di Scienza& Vita, commentando il parere del Comitato etico regionale delle Marche sulla vicenda di "Mario". Sarà il Ssn a doversi fare carico dell'assistenza al suicidio dei pazienti che lo richiedano?, l'ulteriore questione sollevata dal giurista. Di qui l'auspicio di una legge per scongiurare che nelle strutture sanitarie "si possa assistere inerti ad atti suicidari di autoassunzione di farmaci letali".
 
Negli ultimi 25 anni l'unica "vittoria" delle famiglie era stato il miliardo investito per le detrazioni nel 2011. Ora si è passati da 14 miliardi di euro annui per le famiglie a 20 miliardi, un incremento del 42,86% che allarga la platea dei beneficiati a 2 milioni di giovani famiglie, per lo più partite Iva, che sono quelle che anagraficamente potranno fare più figli e che non si sentiranno abbandonate. Un grande risultato, oggettivamente. La famiglia comincia a pesare, ad essere importante, a rappresentare una risorsa su cui investire e non una somma di problemi da risolvere.
 
“Oggi al Senato è stata una giornata di grande importanza”. Lo affermano le circa 70 associazioni che questa mattina a Palazzo Madama hanno ricordato – assieme a Marina Casini, presidente del Movimento per la vita, e a Flippo Vari (Centro studi Livatino) – il trentesimo anniversario dalla ratifica della Convenzione sui diritti dell’infanzia. Per l’occasione hanno inoltre presentato una proposta di legge per il riconoscimento della capacità giuridica sin dal concepimento. 
 
Roma, 23 novembre 2021 «Il caso delle Marche del suicidio assistito chiesto da un uomo da dieci anni tetraplegico potrebbe spalancare le porte ad una deriva eutanasica! Tuttavia, dalla versione integrale del parere del Comitato etico si evince come non ci sia una vera autorizzazione», è il commento di Antonio Brandi, presidente di Pro Vita & Famiglia, sul caso di Mario (nome di fantasia) che ha chiesto di ricorrere al suicidio assistito, che sarebbe il primo in Italia dopo la sentenza della Corte Costituzionale.
 
Il presidente della Cei introduce a Roma i lavori della 75.ma assemblea generale in corso fino al 25 novembre: serve un "surplus" di responsabilità da parte di tutti per uscire della pandemia, il comportamento dell'Europa nei confronti dei migranti non appartiene al Vangelo. Il Sinodo è l'occasione di un "nuovo respiro ecclesiale".
 
Per la guida degli ortodossi “la Russia è la vera leader del mondo libero”. Celebrato e insignito da Putin. Salutato per la sua “forza evangelizzatrice”. Il cruccio dello scisma con gli ortodossi ucraini. Il suo appello contro tutte le tirannie e gli avvertimenti sui limiti della civiltà supertecnologica.
 
Con un discorso tenuto in forma strettamente privata, Francesco ha aperto la 75ª Assemblea generale straordinaria della Cei. Al centro dei lavori il cammino sinodale delle Chiese in Italia.