Newsletter ilcattolico.it

 
contact
La nostra newsletter ti consente di ricevere settimanalmente i nostri principali rilanci stampa,
le catechesi e tutti i momenti formativi e le campagne del sito.

Iscriviti, ti aspettiamo, clicca il link qui sotto per accedere alla pagina.

Ribadire con chiarezza alcuni aspetti che, all’interno di varie legislazioni e protocolli clinici, potevano risultare ambigui o contrari all’insegnamento del magistero. Come "l’erronea interpretazione che cure palliative e sedazione profonda potessero includere anche eutanasia e aiuto medico al suicidio". Questo, per il bioeticista dell'Università Cattolica, l'obiettivo della lettera pubblicata il 22 settembre dalla Congregazione per la Dottrina della fede. Continuità dottrinale ma anche la novità dell'accompagnamento e della cura in età prenatale e pediatrica. No a disposizioni anticipate di trattamento; sì a pianificazione condivisa delle cure che mostra il senso della "comunità sanante".
Leggi su Agenzia Sir


 
Il dibattito sul suicidio assistito vive in Austria una nuova fase aspra alla luce  udienza pubblica alla Corte costituzionale austriaca (VfGH) che si è tenuta il 24 settembre e delle prossime consultazioni di ottobre, per una decisione finale entro il 2020. Il dibattito nasce da quattro ricorsi presentati al vaglio della VfGH con il sostegno dell'associazione svizzera di eutanasia Dignitas, che richiedono la revisione ed attenuazione dei divieti esistenti negli attuali paragrafi 77 e 78 del codice penale  che trattano di "uccisione su richiesta" e "suicidio assistito". I vescovi austriaci, tra cui il presidente della Conferenza episcopale austriaca (Öbk), l'arcivescovo Franz Lackner, il cardinale Christoph Schönborn, e altri rappresentanti ecclesiastici hanno espresso a più riprese la loro totale contrarietà alla attenuazione delle attuali norme.
Leggi su Agenzia Sir


 
Nel disinteresse generale dei media dominanti – per i quali il “diritto” a decidere come e quando morire e far morire è ormai ritenuto inviolabile – papa Francesco ha ridetto una volta per tutte il radicale “no” della Chiesa cattolica all’eutanasia.
 
Si è conclusa con l’approvazione del Messaggio finale indirizzato all’Europa, l’Assemblea Plenaria del CCEE, quest’anno in modalità online. I vescovi europei incoraggiano i popoli e le nazioni a non chiudersi in sé stessi, a guardare al domani con una fiducia riscoperta, camminando insieme nella luce del Cristo Risorto, e impegnandosi in una solidarietà rinnovata nella consapevolezza di essere gli uni accanto agli altri.
Leggi su www.ccee.eu


 
È uscito nelle librerie il 24 settembre scorso il libro «Nella fine è l’inizio. In che mondo vivremo» (Il Mulino, Bologna, 2020, pagg. 180, euro 15). Pubblichiamo il prologo, a firma degli autori del volume.
 
A Vatican News l’intervista a Rolando Garrido, responsabile della Comunità sull'isola. Coronavirus, difficoltà a reperire cibo e beni di prima necessità sono le urgenze di Cuba, spiega, ma cresce il volontariato tra i giovani.
Leggi su Vaticannews.va  

 
Dushanbe (Agenzia Fides) - Con un progetto che coinvolgerà 6mila abitanti della cittadina di Qubodiyon e 12mila persone - tra detenuti e guardie carcerarie - nel penitenziario dello stesso distretto, la Chiesa tagika ha attivato un nuovo presidio contro la diffusione del Covid-19. Le attività di assistenza e prevenzione – come si apprende da una nota inviata all’Agenzia Fides – saranno portate avanti grazie all’azione messa in campo da Caritas Tajikistan in collaborazione con Caritas Lussemburgo.
Leggi su Agenzia Fides

 
L'amministratore apostolico di Hong Kong scrive una lettera pastorale ai cattolici dell'isola: la dottrina sociale della Chiesa, afferma, “non ha mai avallato l’odio e la violenza come mezzo per ottenere giustizia", qualunque siano "il conflitto da risolvere, l'amore, il perdono e la riconciliazione devono sempre prevalere".
Leggi su Vaticannews.va


 
Il nuovo anno pastorale della diocesi di Roma si è aperto con due significativi appuntamenti, entrambi presieduti dal cardinale vicario: sabato 26 settembre, alle ore 10, nella basilica di San Giovanni in Laterano, l’incontro con gli operatori pastorali delegati dalle parrocchie; lunedì 28, sempre alle 10 in cattedrale, l’incontro con i presbiteri e i diaconi. Gli eventi sono stati trasmessi in diretta streaming sulla pagina Facebook della diocesi e in replica su Telepace. 
Leggi su Osservatoreromano.va


 
Francesco incontra in Aula Paolo VI agenti e dirigenti dell’Ispettorato di Pubblica Sicurezza Vaticano, con i familiari, in occasione del 75.mo anniversario di istituzione, ed esprime apprezzamento per il “lavoro difficile” a garanzia della sicurezza del Papa e dei suoi collaboratori nei viaggi in Italia.
Leggi su Vaticannews.va


 
Questa mattina, nell’Aula Paolo VI, il Santo Padre Francesco ha ricevuto in Udienza i Dirigenti e gli Agenti dell’Ispettorato di Pubblica Sicurezza presso il Vaticano, in occasione del 75° anniversario di istituzione.
 
Alle ore 12 di oggi, il Santo Padre Francesco si è affacciato alla finestra dello studio nel Palazzo Apostolico Vaticano per recitare l’Angelus con i fedeli e i pellegrini riuniti in Piazza San Pietro.
 
Pubblichiamo di seguito il Messaggio che il Santo Padre Francesco ha inviato al Reverendo Padre Dariusz Wilk, C.S.M.A., Superiore Generale della Congregazione di San Michele Arcangelo, in occasione del Centenario dell’approvazione canonica della Congregazione:
 
Ieri pomeriggio, all'Altare della Cattedra della Basilica Vaticana, il Santo Padre Francesco ha presieduto la Celebrazione Eucaristica per il Corpo della Gendarmeria Vaticana, in occasione della Festa di San Michele Arcangelo, patrono e protettore della Polizia di Stato Italiana e del Corpo della Gendarmeria Vaticana.
 
Signor Presidente della Giunta Regionale,
Signor Presidente del Consiglio Regionale,
Illustri Membri della Giunta e del Consiglio,
Gentili Signore e Signori!
 
"I pubblicani e le prostitute vi passano avanti nel regno di Dio"
(Mt. 21,31)
 
Pope Francis has sent a message to the annual congress of the Catholic Educational Association of the Philippines (CEAP).
Leggi su Vaticannews.va


 
(R.C., a cura Redazione "Il sismografo") Il Supremo Patriarca e Catholicos di tutti gli Armeni Karekin II è arrivato a Milano il 26 settembre per una visita patriarcale in Italia che si prolungherà fino al 2 ottobre. Lo riporta l'ufficio stampa della Santa Sede di Echmiadzin
Leggi su ilsismografo.blogspot.com


 
Convegno promosso da Università Cattolica e Conferenza Episcopale Italiana alla vigilia della 106a Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato.
Leggi su www.ccee.eu


 
Le testimonianze che ricevo da tutte le province cinesi lo confermano. Sia i cattolici ufficiali, sia quelli sotterranei - non riconosciuti dal governo - parlano di situazione soffocante. La cacciata di sacerdoti dalle parrocchie è assai frequente e riguarda tutti i preti che rifiutano di firmare i documenti sul riconoscimento della cosiddetta chiesa indipendente. Quel termine nel linguaggio comunista significa non dipendente dal Vaticano, ma dipendente del Partito. Per questo chi non firma viene cacciato».
Leggi su www.ilgiornale.it


 
Multan (Agenzia Fides): “Il Pakistan è un Paese che ha più del 60 per cento di giovani della sua popolazione totale, e noi Vescovi cattolici stiamo lavorando per sostenere i giovani cristiani in Pakistan perché siano protagonisti della missione evangelizzatrice, siano membri attivi di gruppi e movimenti ecclesiali, e possano servire con coraggio il Vangelo e la Chiesa come giovani missionari": lo dice all'Agenzia Fides Mons. Samson Shukardin OFM, Vescovo di Hyderabad e Presidente della Commissione per i Giovani in seno alla Conferenza episcopale del Pakistan, rivolgendosi a oltre 70 giovani delle diverse diocesi che partecipano al seminario quattro giorni dal titolo "Bibbia e gioventù" presso l'Istituto Pastorale di Multan. Il seminario biblico (dal 24 al 27 settembre) è organizzato dalla "Catholic Bible Commission of Pakistan" e mira ad aiutare i giovani ad approfondire la fede e la Bibbia.
Leggi su Agenzia Fides


 
Gesù scagliò la prima pietra. Affermando: “Anch’io sono un peccatore. Ma se la legge può essere eseguita solo da uomini senza macchia, la legge sarebbe morta”. Questo si legge su un libro di testo cinese per le scuole superiori. Il Partito Comunista incoraggia la riscrittura del Vangelo (e dei Dieci Comandamenti) per adattare la Dottrina al confucianesimo e ai valori fondamentali del socialismo. Il tutto avviene alla vigilia degli accordi fra Pechino e Santa Sede.
Leggi su Lanuovabq.it