Newsletter ilcattolico.it

 
contact
La nostra newsletter ti consente di ricevere settimanalmente i nostri principali rilanci stampa,
le catechesi e tutti i momenti formativi e le campagne del sito.

Iscriviti, ti aspettiamo, clicca il link qui sotto per accedere alla pagina.

Gentilissimi tutti,
vi raggiungo con una notizia positiva, che ci ristora nella nostra corsa… Intanto la maratona continua, tutti insieme e di buon passo.
 
I video del loro lavoro sono diventati virali. Nel Paese si registrano 160mila casi di contagio e 2mila morti, tra cui una decina di cristiani. Per timore del contagio, pochissime persone sono disposte a toccare i corpi degli infetti. La gratitudine della comunità cattolica.
Leggi su AsiaNews


 
Lahore (Agenzia Fides) - "Fra Francis Nadeem era la spina dorsale della missione di dialogo interreligioso in Pakistan: dopo la sua morte ci sentiamo orfani, ma speriamo e preghiamo che la sua eredità ispiri molti, cristiani e musulmani, in questa missione": lo afferma all'Agenzia Fides, Mufti Syed Ashiq Hussain, studioso musulmano e amico di p. Francis Nadeem OFM Cap, il Provinciale dei Cappuccini in Pakistan e Segretario esecutivo della Commissione episcopale per l'ecumenismo e il dialogo interreligioso, scomparso a Lahore il 3 luglio.
“Lavorando con lui negli ultimi 17 anni - rileva Hussain - è stato sempre molto umile, dedito alla sua missione. Non ha mai inseguito la fama, ha portato avanti nel silenzio la sua missione, che era diffondere l'amore, la pace e l'armonia tra persone di varie fedi. 
Leggi su Agenzia Fides


 
Istanbul (Agenzia Fides) – Le recenti dispute esplose tra alcune Chiese dell’Ortodossia sembrano almeno per un momento cedere il passo alla condivisa preoccupazione per il destino del complesso monumentale di Ayasofya, che potrebbe presto ridiventare luogo di culto islamico per volontà della attuale dirigenza politica turca. Di tali comuni apprensioni si è fatto interprete il metropolita Hilarion Alfeyev, a capo del Dipartimento per le relazioni esterne del Patriarcato di Mosca, con alcune dichiarazioni pubblicate il 3 luglio sull’agenzia russa Interfax. “Stiamo seguendo da vicino con serie preoccupazioni” - ha rimarcato il metropolita russo - gli eventi che circondano la Cattedrale di Hagia Sophia. 
Leggi su Agenzia Fides


 
Il Covid-19 ha messo in ginocchio anche le scuole della Custodia di Terra Santa, soprattutto quelle palestinesi di Betlemme e Gerico. Molte famiglie, prive di lavoro a causa della pandemia e delle restrizioni messe in atto per fronteggiarla, ora non possono pagare le rette scolastiche dei loro figli. Una situazione analoga a quella degli Istituti del Patriarcato Latino di Gerusalemme. L'appello del Custode di Terra Santa, padre Francesco Patton, e la testimonianza del parroco di Gerico, padre Mario Hadchiti.
Leggi su Agenzia Sir


 
Francescana alcantarina e dottoressa specializzata in medicina interna, suor Mariachiara Ferrari ha prestato servizio per un mese nel pronto soccorso dell’ospedale di Piacenza: “La voce dei familiari che mi chiedevano di dire le ultime parole ai loro parenti, dei figli che mi chiedevano di accarezzare la loro madre. Momenti toccanti che il cuore conserva”.
Leggi su Agenzia Sir


 
A Okinawa, fra i tanti monumenti che ricordano la terribile battaglia combattuta dal 1° aprile al 22 giugno 1945, ce n’è uno che ha un significato speciale per la gente dell’isola: il Konpaku no To (“Torre delle anime”) era in origine un tumulo formato dalla raccolta dei resti di molte delle vittime, ma si è poi trasformato in un memoriale e luogo di preghiera, simbolo del desiderio di porre fine alla guerra, a tutte le guerre, e di rinnovato impegno per la pace. 
Leggi su osservatore romano


 
Era ricoverato in una clinica a Roma. Aveva ricevuto la Medaglia d'Oro per il Pontificato da Papa Francesco nel 2019. Secondo il cardinale Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio della Cultura, con la sua musica Morricone esprimeva l'ineffabile e l'invisibile, che sono l'anima della religione.
Leggi su Vatican News


 
Su Santa Sofia, nei secoli, si sono costruite complesse strutture politiche e delicati equilibri sociali. Che, però, non possono oscurare il vero fondamento della basilica-museo: la fede cristiana.
 
Primo superiore dei gesuiti della regione russa tra il 1992 e il 1998. Protagonista ai tempi di Solidarność e dei grandi cambiamenti in Polonia negli anni ’80. Organizzò la presenza dei gesuiti in Russia. Il primo sacerdote cattolico a cui fu impedita l’attività in Russia dopo il comunismo. Un uomo di grandi visioni e profetiche intuizioni.
Leggi su AsiaNews


 
Mons. Marco Frisina, direttore del Coro della diocesi di Roma e compositore, traccia per il Sir un ritratto del maestro Ennio Morricone, morto a 91 per le conseguenze di una caduta. La storia di un'amicizia trentennale nata all'insegna della stima reciproca. E di una comune eredità: la tradizione della scuola romana.
Leggi su Agenzia Sir


 
Ouagadougou (Agenzia Fides) – Nei prossimi mesi oltre 2,2 milioni di burkinabé rischiano di morire di fame a causa dei conflitti in atto e delle condizioni climatiche estreme (vedi Agenzia Fides 30/5/2020). Nel 2020 il numero di persone colpite dalla gravissima carenza di cibo è di tre volte superiore rispetto allo scorso anno. A lanciare l’emergenza, in un messaggio all'Agenzia Fides, è padre Constatin Sere, direttore della Caritas Burkina Faso, il quale dichiara: “il mondo ha dimenticato la crisi nel Sahel. Paesi come il Burkina Faso si trovano ad affrontare una serie di sfide e senza aiuti le persone soffriranno terribilmente. Gli sfollati interni non hanno accesso ai generi alimentari, né all'acqua, essenziale sia per bere che per l'igiene personale".
Leggi su Agenzia Fides


 
I siriani sono “stanchi ed esausti” per la guerra, “indignati” dalle politiche occidentali e “oltraggiati” dalle sanzioni. La crisi economica acuita dalla pandemia di nuovo coronavirus. I progetti di sostegno e solidarietà promossi dai Maristi blu per le fasce più deboli della popolazione. Una iniziativa che va oltre l’emergenza. 
Leggi su AsiaNews


 
(Londra) È una vittoria solo parziale quella conquistata dalla Chiesa cattolica e dal movimento per la vita britannico a Westminster. È stato infatti considerato non ammissibile dal presidente della Camera dei comuni, Lindsay Hoyle, l’emendamento alla legislazione sulle violenze domestiche che avrebbe aperto la strada alla liberalizzazione dell’aborto fino a ventotto settimane, con qualunque mezzo, senza la necessità dell’autorizzazione di due medici. 
Leggi su Agenzia Sir


 
"SE UN BAMBINO PUÒ FARE A MENO DELLA MAMMA, A MAGGIOR RAGIONE DUE OMOSESSUALI POTRANNO FARE A MENO DI UN BAMBINO" (ALESSANDRO BENIGNI)
Leggi su Nellenote.wordpress.com


 
Lo annuncia la famiglia del premio Oscar attraverso l'amico e legale Giorgio Assumma. Morricone, si legge nella nota, si è spento "all'alba del 6 luglio in Roma con il conforto della fede".
 
Alle ore 12 di oggi, il Santo Padre Francesco si è affacciato alla finestra dello studio nel Palazzo Apostolico Vaticano per recitare l’Angelus con i fedeli e i pellegrini riuniti in Piazza San Pietro.
 
1. Rispetto a quanto considerato nel precedente appunto, vi è un aspetto che merita una particolare considerazione: riguarda i tassi di abortività tra le donne straniere. Così la Relazione: «Se nel 2018 rappresentano il 30,3% di tutte le IVG, valore identico a quello del 2017 ma inferiore al 33,0% del 2014, il tasso di abortività delle donne straniere continua a diminuire con un andamento costante (14,1 per 1000 nel 2017 rispetto a 15,5 nel 2016, 15,7 nel 2015 e 17,2 nel 2014). Le cittadine straniere permangono, comunque, una popolazione a maggior rischio di abortire rispetto alle italiane: per tutte le classi di età le straniere hanno tassi di abortività più elevati delle italiane di 2-3 volte» (ivi, p. 4).

Continua nel Centro Studi Livatino

 
1. Un ulteriore dato che la Relazione sull’attuazione della legge 194/1978 sembra non considerare a sufficienza, nel valutare l’incidenza dei fattori che hanno occasionato la riduzione delle IVG, è quello relativo alla riduzione numerica delle donne in età fertile (da 13.961.645 del 2010 scese ai 12.945.219 del 2016), in ragione dell’invecchiamento progressivo della popolazione generale, oltre che della crescente sterilità delle coppie (l’infertilità riguarderebbe, ad oggi, circa il 15% delle coppie italiane): riducendosi sostanzialmente il numero delle gravidanze, è meno frequente il ricorso alla IVG. Sia l’uno che l’altro fattore incidono sensibilmente sulla capacità di addivenire ad una gravidanza, dunque anche sul numero di aborti, senza che alcun “merito” possa ascriversi alla Legge 194.
Leggi su Centrostudilivatino.it