Programma concreto di formazione parrocchiale - seconda parte

PROGRAMMA CONCRETO PER LE CHIESE LOCALI DI FORMAZIONE E VALORIZZAZIONE DEGLI OPERATORI PARROCCHIALI

(IIa PARTE)

Corso sulla preghiera

ispirato dal cammino sulla preghiera di Paul

luce-2.jpgPREGHIERA DI PRESENZA

I^ catechesi

 

Prima ancora di capire quali sono i frutti della preghiera, cosa comporta in me, nella mia persona nella mia vita un vero cammino di preghiera e perché è così importante anzi fondamentale pregare (senza la quale esperienza non si può parlare di un vero cammino di fede in Dio), dobbiamo affrontare un altro problema:

cosa fare per poter pregare.

 

Abbiamo più volte parlato dell'importanza della relazione e che cosa è la relazione ma ora dobbiamo dirci cosa fare per permettere questa relazione.

Meglio ancora la "vera" domanda è la seguente:

cosa devo fare per pregare con Gesù, cosa deve cambiare in me per far nascere la relazione con Gesù?

 

Facciamo esempi concreti  da noi tutti vissuti e quindi accessibili: il bambino!

Cos'è un bambino?                                                                 (attendere risposte)

Il bambino è una presenza concreta. Il bambino c'è, è presente.

Cosa comporta la presenza di un bambino?

Il bambino comporta uno spostamento di abitudini.

Il bambino ti sconvolge i piani ed i progetti.

Il bambino è una "bomba" all'interno della tua vita "perfettamente progettata".

Il bambino vuole essere ascoltato.

Il bambino è una presenza che ti obbliga all'ascolto.

Questo comporta un'abitudine all'ascolto.

Il bambino non si accontenta di un po' della tua attenzione, la vuole tutta per sé!

Il bambino ha dei tempi suoi, è lui che irrompe nella coppia e detta i suoi tempi.

Ascolto       -       attenzione  -       tempo

 

Impara a fare il genitore ... diventi genitore.

 

Gesù.

Chi è Gesù?

Gesù è come un bambino.

Il figlio della coppia è Gesù.

Gesù è presente, è una presenza concreta nella coppia.

 

Cosa comporta la consapevolezza della presenza di Gesù?

Gesù è la presenza che irrompe nella vita della coppia.

Gesù comporta uno spostamento di abitudini.

Gesù ti sconvolge i piani ed i progetti.

Gesù è una "bomba" all'interno della tua vita "perfettamente progettata".

Gesù desidera intrattenere una relazione con te.

Gesù è una presenza che ti obbliga all'ascolto.

Se vogliamo fare un cammino di preghiera non possiamo fuggire dal fatto che Gesù irrompe nella coppia o nella vita della persona.

 

I primi ad introdurre la vita di preghiera, la vita nel deserto furono i monaci nel II° e III° secolo.

Se rinunciavano alla famiglia avevano capito che non era la rinuncia per la rinuncia, ma la rinuncia per la vita che era Gesù. Quindi anche loro hanno un figlio!

 

Per le donne è un istinto femminile, materno l'essere accoglienti.

Allora siamo tutti chiamati ad essere donne, cioè siamo tutti chiamati ad essere accoglienti nei confronti di Gesù.

 

Ascolto       -       contemplazione   -       fermarci

 

Cosa desidera un bambino, quale è il suo bisogno primario?

La tenerezza, il bisogno di sentirsi ed essere amato!

E' stato provato scientificamente che il bambino senza amore, tenerezze e coccole non vive.

 

Cosa abbiamo provato quando abbiamo tenuto sulle nostre braccia un bambino, figlio o nipote che sia.

Stupore, tenerezza.

Il cammino di preghiera serve a risvegliare quello stupore nei confronti del bambino che è Gesù.

 

Gesù è il centro della nostra vita? No, non è vero.

Gesù è il bambino della nostra vita!

Non siamo noi che lo gestiamo ma è Gesù che si impone.

Metterlo al centro significa che è una nostra azione mentre è Gesù che si impone e che si propone.

Gesù non sta al centro, Gesù fa come gli pare.

 

Evento di trascendenza nella vita di coppia è un figlio

Evento di trascendenza nella vita di coppia è Gesù.

Ascolto       -       disciplina   -       gioia

 

Quali sono le emozioni che avete avuto quando vi è nato un figlio/nipote?

Cosa è successo quando vi è nato un figlio/nipote?                            aspettare risposte

 

Questo è il Natale. E' l'inizio dell'anno liturgico interiore.

Avvento cioè attesa dell'evento nuovo che è il Natale.

Gesù bambino ti sconvolge e ti cambia la vita.

"Chi accoglie uno di questi bambini nel mio nome, accoglie me; chi accoglie me, non accoglie me, ma colui che mi ha mandato".     Mc, 9,37

 

Alberto e Morena Ridolfi

continua nella terza parte

Venerdì della XXXIV settimana delle ferie del Tempo Ordinario

Beata Vergine della Medaglia Miracolosa

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla mailing list di cristiano cattolico. Conforme al Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n.196, per la tutela delle persone e e il rispetto del trattamento di dati personali, in ogni momento è possibile modificare o cancellare i dati presenti nel nostro archivio. Vedi pagina per la privacy per i dettagli.
Per cancellarsi usare la stessa mail usata al momento dell'iscrizione.